Attività fisica e gravidanza

Vota questo articolo
(0 Voti)

In questo momento storico in cui la forma del nostro corpo è un argomento che a sta a cuore a molte donne sia per status che, sopratutto, per il benessere fisico, quando siamo in attesa di un bebè ci poniamo spesso il quesito di quale attività potremmo svolgere per mantenerci sane mentre dentro di noi sta crescendo il nostro bambino e procede il miracolo della formazione di una vita.

L'attività fa bene sia alla mamma che al futuro nascituro: se non ci sono complicazioni, l’attività fisica in gravidanza può dare moltissimi benefici e non sono di natura estetica per la futura mamma. Fare attività fisica nel periodo dell’attesa aiuta infatti a conservare un buon tono muscolare che sarà utile anche durante il parto e ad attivare la motilità intestinale. Inoltre aiuterà a non ingrassare troppo e a mantenere il buon umore. Ma non è tutto: ne gioveranno anche le funzioni respiratorie, la circolazione del sangue e l’assimilazione degli alimenti.

E ALLORA CHE FARE?

 

Se avete paura di sforzarvi troppo o farvi male danneggiando il bebé, ecco alcuni piccoli consigli sugli sport che hanno il via libera anche in gravidanza, consigliati dal nostro Neuropata Mauro Zardini, responsabile del "Corso Pre-parto con il Neurapata per le mamme e papà!" che partirà a Verona il 22 marzo 2014.

CAMMINARE
È la cosa più semplice che si possa fare e, oltre tutto, è completamente gratis. L’ideale sarebbe camminare almeno una mezz’ora tutti i giorni, possibilmente in zone con poco traffico e inquinamento limitato. Se per mancanza di tempo non potete fare altro, la passeggiata è una buona abitudine. 

GINNASTICA PRE-PARTO

In molte palestre e consultori vengono offerti corsi di ginnastica pre-parto. Si tratta di esercizi mirati per la colonna vertebrale, per i muscoli addominali e di rilassamento. Infatti, la ginnastica dolce (stretching) consente un’attivazione muscolare consona alle esigenze della gestante, senza dare eccessivi carichi di lavoro che, invece, potrebbero stimolare la contrattilità uterina. Grazie a questo tipo di ginnastica si stimola l’ apparato cardiovascolare, favorendo il trasporto di ossigeno e di sostanze nutritize ai tessuti e al feto. Parallelamente questi esercizi aiutano a prevenire la formazione di vene varicose e la ritenzione di liquidi.

Sono molto importanti anche gli esercizi per il perineo (cioè la zona che comprende la vulva e l’ano), che aiutano a preparare e prendere coscienza di quest’area così importante durante il parto. Questi ultimi, inoltre, servono a prevenire problemi come l’incontinenza urinaria e il prolasso dei genitali, frequenti dopo il parto nelle donne predisposte.

NUOTO

Il nuoto è uno sport molto adatto alle gestanti, e può essere praticato fino alla fine della gravidanza. Se eseguito con moderazione, favorisce il rilassamento e promuove la tonicità e l’armonia della muscolatura di tutto il corpo.

Sono molto utili e piacevoli anche i corsi di ginnastica in piscina (acquagym), perché l’acqua riduce la forza di gravità e consente di eseguire esercizi che a terra risulterebbero faticosi. In moltissimi centri sportivi con piscine vengono organizzari corsi specifici per le gestanti, chiamati solitamente “preparazione acquatica per le gestanti”.

Frequentare una piscina rivela anche un aspetto favorevole dal punto di vista psicologico, in quanto implica il mostrarsi in costume da bagno e quindi stimola a fare più attenzione al controllo del proprio peso.

BICICLETTA

Anche la bicicletta, con alcuni accorgimenti, può essere molto indicata. Bisogna però cercare di evitare le zone con traffico o con pavimentazione sconnessa.. L’ideale è andare in bicicletta in un parco, dove l’ aria è migliore e non ci sono automobili. Anche la cyclette è utile per prevenire la ritenzione idrica a carico delle gambe.

E NON DIMENTICHIAMOCI CHE...

Una tecnica molto utilizzata ed efficace in gravidanza è il masaggio. Viene praticata durante la gravidanza per combattere la nausea, la sciatica e la lombalgia, la pesantezza degli arti inferiori e durante il parto contro il dolore e per favorire l'espulsione della placenta.

Il massaggio agisce anche bilanciando il flusso dell'energia e si pensa che stimoli il rilascio di endorfine, le sostanze chimiche naturali che alleviano il dolore.

Gli esperti ritengono che lo yin e lo yang delle donne gravide siano molto importanti. Yin e yang sono forze opposte che, quando sono in equilibrio tra loro, sono una complementare all'altra. Lo yin rappresenta il lato femminile di una persona ed è passivo, mentre lo yang rappresenta il lato maschile ed è attivo. Secondo la medicina cinese le donne gravide devono cercare di alimentare il loro yin rilassandosi e riposando, anche durante il giorno; in questo modo anche lo yin del feto cresce e si sviluppa.

QUINDI...

 

Se non sconsigliato dal proprio ginecologo o dal proprio medico di base per per motivi di salute soggettivi della mamma (!), l'associazione di momenti di attività fisica con momenti di rilassamento e massaggio sono molto indicati per le gestanti a partire dai primi momenti della gravidanza sino al parto e anche dopo la nascita del bambino.

Lisa Paola

Baby Planner Italia di Verona

Letto 1256 volte Ultima modifica il Domenica, 23 Febbraio 2014 17:52
Giovedì, 20 Febbraio 2014 11:16 Scritto da  In Consulenza Tags
Devi effettuare il login per inviare commenti