Alleviare i disturbi della gravidanza con l’agopuntura

Vota questo articolo
(0 Voti)

Alcune antiche discipline orientali possono donare benessere al corpo e alla mente anche nel periodo della gravidanza. Per questo tali discipline sono spesso inserite tra le diverse proposte per un corso preparto, in quanto aiutano le future mamme ad affrontare alcuni disturbi che possono insorgere in un momento così delicato della vita di una donna. Tra le tecniche che si possono sperimentare in un corso preparto c’è anche l’agopuntura, un’antichissima pratica di origine cinese che oggi è diffusa in tutto il mondo. 

Tale tecnica si fonda su dei presupposti teorici secondo cui nel corpo umano sono presenti dodici meridiani, ovvero canali energetici in cui scorre l’energia vitale, che è indicata con il termine “qi”. A questi canali sono collegatialcuni degli organi vitali, come il cuore, il fegato e i polmoni. L’agopuntura si pone l’obiettivo di stimolare determinati punti specifici di questi meridiani con l’impiego di aghisottilissimi. Tale stimolazione ha l’obiettivo di portare a un riequilibrio dello scorrimento dell’energia nei meridiani, bilanciando in modo positivo le energie vitali Yin e Yang.

Nel dettaglio, per le donne incinte, l’agopuntura può essere un’utile alleata contro alcuni problemi della gravidanza. Attraverso l’agopuntura, si possono mitigare i disturbi legati al mal di testa e alla sensazione di nausea, migliorare la circolazione e contrastare la lombosciatalgia, un problema che non è possibile curare se non attraverso l’uso di farmaci, che è ovviamente fortemente sconsigliato nel periodo di dolce attesa. Inoltre, attraversole tecniche dell’agopuntura, è possibile agire anche sul bambino, qualora sia posto in posizione podalica: la stimolazione con l’ago di un particolarepunto del piede della mamma, può stimolare il neonato a mutare la sua posizionein vista del parto, portandola a quella corretta. I benefici dell’agopuntura però non sono limitati al periodo della gravidanza, ma possono essere molto rilevanti anche durante il puerperio: questa tecnica può essere di grande aiuto in caso di problemi della lattazione, come la scarsa produzione di latte materno, subito dopo il parto, oppure dopo il periodo dell’allattamento.

L’agopuntura funziona a partire dalle stimolazioni create attraverso l’inserimento di aghi sterili, una pratica che ovviamente può esserecompiutasolo da operatori specializzati. Nel corso delle sedute, gli aghi vengono inseriti con curain alcuni punti specifici del corpo; tale trattamento dura un lasso di tempo variabile a seconda del problema trattato. Nel corso della seduta l’operatore deve inoltre effettuare un monitoraggio accurato delle pulsazioni di energia del corpo: solo in questo modo può riconoscere in quale momento il “qi” (cioè l’energia vitale) ha raggiunto il giusto equilibrio e ha ristabilito il benessere della persona.

 

Puoi trovare il corso preparto che fa per te su Ok Corso Preparto, il motore di ricerca per i corsi preparto e postparto in Italia.

 

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Letto 2060 volte Ultima modifica il Venerdì, 30 Maggio 2014 18:38
Martedì, 27 Maggio 2014 14:16 Scritto da  In Consulenza Tags
Devi effettuare il login per inviare commenti