La danza del ventre? Un toccasana in gravidanza

Vota questo articolo
(0 Voti)

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Attenuare i dolori della colonna vertebrale e tonificare i muscoli dell’addome muovendosi al ritmo di musiche dalle note basse e con movimenti lenti e circolari del bacino: questi sono alcuni dei benefici che si possono ottenere con un corso di danza del ventre in gravidanza.

 

Questo tipo di corso preparto ha trovato una sempre maggiore diffusione negli ultimi anni ed è utile a quelle future mamme che faticano a entrare in sintonia con i cambiamenti del proprio corpo, aiutandole a ottenere una maggiore consapevolezza del proprio corpo. Questa danza, inoltre, può agevolare il parto in modo naturale. 

Si ritiene che la danza del ventre sia un’antica forma di preparazione alla nascita del bambino. A sostenere questa credenza è l’attenzione che questa disciplina dedica all’isolamento dei muscoli, per individuare le varie parti del corpo (le aree di bacino e ventre) concentrando un lavoro fisico dolce ma efficace in queste parti. Attraverso questi movimenti la futura mamma riesce ad acquisire una migliore percezione del proprio corpo e del bambino nella pancia, stimolando la costruzione di un maggiore legame madre-figlio.

Nel corso delle lezioni il lavoro corporeo inizia e si conclude con una parte di esercizi di rilassamento, che aiutano la gestante ad avere uno stato mentale sereno e positivo, in grado di predisporla a stabilire un dialogo più profondo con il bambino che porta in grembo.

Per allenare i muscoli più sotto stress durante la gravidanza, alcuni movimenti della danza del ventre possono rivelarsi molto utili: per esempio, aiutano a prevenire o arginare l’incontinenza nel periodo prima della nascita del bambino e a riabilitare i muscoli perineali dopo il parto. I movimenti tipici della danza del ventre, chiamati “onde”, “otto”, “del cammello” o “del serpente”, contribuiscono a tonificare i muscoli addominali e a mantenere la muscolatura dorsale elastica e tonica. Questo lavoro di tonificazione permette alla gestante di sviluppare un miglior sostegno del bambino durante la gravidanza e di recuperare al meglio la propria condizione fisica dopo il parto. Gli esercizi svolti con la danza del ventre contribuiscono inoltre ad allenare i muscoli del pavimento pelvico, che aiutano la mamma a prepararsi alla fase espulsiva del parto.

Per frequentare un corso preparto di danza del ventre non è necessario avere un abbigliamento particolare: come nei corsi preparto tradizionali, è sufficiente indossare un vestiario comodo, fresco e calzini antiscivolo, avere una bottiglietta d’acqua e un asciugamano. Per entrare meglio nello spirito della danza del ventre ci si può munire di un grande foulard colorato, magari triangolare. Non va dimenticato che per frequentare il corso è sempre necessario avere il certificato rilasciato dal proprio medico per svolgere l’attività sportiva non agonistica e avere il via libera del proprio ginecologo.

 

Per trovare il corso preparto nella tua città cerca su www.corso-preparto.it, il motore di ricerca numero 1 in Italia per i corsi pre e post parto.

Letto 1349 volte Ultima modifica il Mercoledì, 09 Luglio 2014 10:44
Sabato, 05 Luglio 2014 09:53 Scritto da  In Consulenza Tags
Devi effettuare il login per inviare commenti