Vertigini e capogiri: i rimedi per le donne in gravidanza

Vota questo articolo
(0 Voti)

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto 

La gravidanza spesso porta con sé la comparsa di alcuni piccoli fastidi, dai dolori ai muscoli causati dal pancione a momenti di estrema stanchezza. Per aiutare le future mamme a ritrovare il benessere perduto, durantei corsi preparto– grazie alla collaborazione dell’ostetrica o degli operatori specializzati – è possibile apprendere alcuni accorgimenti per porre rimedio a questi disturbi. Tra i problemi che accomunano molte donne in attesa è molto frequente la possibilità di comparsa di capogiri e vertigini,che spesso si somma a uno stato di debolezza generale.

 

Ogni donna in gravidanza ha i suoi disturbi: può soffrire di giramenti di testa, vertigini, forti nausee, spossatezza e talvolta addirittura può essere soggetta a svenimenti veri e propri. In particolare nei primi tre mesi, il corpodella donna subisce notevoli cambiamentichea loro volta generano questi fastidi.

Dal momento che una minore quantità di sangue affluisce al cervello – a causa degli ormoni, dell’afflusso di parte del sangue al feto e dell’aumento delle dimensioni di questo –nelle donne in gravidanza si riscontra spesso un abbassamento della pressione. Tale fenomeno può dare origine a giramenti di testa o addirittura a svenimenti. Nei mesi di gravidanza più prossimi al parto, infatti, l’incremento del peso del feto nell’utero fa in modo che questo prema sulla vena cava addominale: viene così parzialmente ridotta la circolazione del sangue, causando nella donna affaticamento e palpitazioni.

Nel momento in cui compaiono questi piccoli fastidi, le future mamme possono mettere in campo alcuni rimedi per limitarne gli effetti: la posizione sdraiata, con le gambe sollevate, facilita l’afflusso di sangue verso il cervello. Si consiglia inoltre di sdraiarsi sul fianco sinistro,al fine diattenuare la pressione dell’utero sulla venacava, e di non utilizzare abiti stretti, che possano costringere il corpo. Per contrastare la pressione bassa e la sensazione di spossatezza, si raccomanda alle donne in dolce attesa di prendereregolarmente integratori vitaminici (è lo stesso ginecologo a consigliarli quando conferma lo stato di gravidanza). Sicuramente l’alimentazione può aiutare a limitare tali disturbi:nella dieta non possono mancare acqua, frutta e verdura in abbondanza, ma anche spuntini leggeri nel corso della giornata.

Anche l’attività fisica ha un ruolo molto importante: molti corsi preparto offrono la possibilità alle future mamme di fare movimenti adatti al loro corpo in un momento così delicato. In particolare, pilates, acquagym, yoga e danza del ventre propongono esercizi utili ma dolci, che tonificano la muscolatura (in particolare delle zone del corpo più coinvolte dalla gravidanza) e che evitano di affaticare eccessivamente la futura mamma.

 

Queste discipline evitano dunque i movimenti bruschi, che possono essere causa di giramenti di testa e svenimenti. Accanto a questi piccoli aiuti, è importante consultare sempre il proprio ginecologo che può confermare il fatto che siano disturbi passeggeri e, nel caso ve ne fosse necessità, consigliare l’utilizzo di integratori adatti per particolari disturbi specifici.

 

 

L’attività fisica in gravidanza è importante e viene consigliata da tutti i medici. Su OkCorso Prepartopuoi trovare tutti i corsi preparto della tua città.

Letto 1077 volte Ultima modifica il Lunedì, 01 Dicembre 2014 13:20
Lunedì, 01 Dicembre 2014 13:16 Scritto da  In Consulenza Tags
Devi effettuare il login per inviare commenti