Trucchi e consigli per essere belle anche in gravidanza

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

A causa dei mutamenti che riguardano il proprio corpo durante la gravidanza, alcune donne in dolce attesa si sentono meno desiderabili.Per questo è importante continuare a curarsi e farsi belle con trattamenti specifici da estetisti e parrucchieri. Molte donne, però, temono che questi trattamenti possano essere dannosi in un periodo così delicato per loro. Come viene spiegato anche in un corso preparto, in questa fase della vita non si deve rinunciare alle cure di bellezza, purché si selezionino quelle adatte anche a donne in gravidanza.

Per esempio, manicure e pedicure non sono attività dannose per la futura mamma: per quanto riguarda l’uso dello smalto, non è proibito ma sconsigliato nei primi tre mesi, che rappresentano il momento più delicato della gravidanza. Dal momento che smalti e altri prodotti per manicure e pedicure contengono alcune tracce di solventi, occorre che tali operazioni vengano eseguite seguendo alcuni accorgimenti:manicure e pedicure devono essere fatte all’interno di stanze ben areate, in modo che non vi sia il rischio che la futura mamma posa respirare sostanze irritanti. Inoltre, i medici sconsigliano alle donne in gravidanza di utilizzare unghie finte, poiché nell’applicazione di esse viene impiegata una colla particolare potenzialmente dannosa. Ovviamente, durante il trattamento, l’estetista deve usare solo ed esclusivamente strumenti totalmente sterili e deve evitare di mettere lo smalto vicino alle cuticole, in modo che la futura mamma eviti i potenziali rischi di contatto con batteri oppure sostanze chimiche nocive.

Le donne in gravidanza poi non devono per forza rinunciare alla depilazione, anche se – in questo periodo – a causa della maggiore produzione di estrogeni la crescita dei peli risulta più lenta. Le future mamme possono anche sottoporsi a una ceretta dall’estetista di fiducia, ma si consiglia di optare per la variante a freddo o per quella di origine orientale che utilizza lo zucchero Kalawa, in cui viene impiegata una speciale pasta a base di zucchero. La ceretta a caldo, infatti, può provocare una dilatazione dei vasi sanguigni e in taluni casi – quando si esegue lo strappo – la rottura dei capillari più fragili. Per i rimedi “fai da te”, è consigliato alle future mamme dieliminare i peli superflui con l’epilatore elettrico oppure con un semplice rasoio. Quest’ultimo deve essere utilizzato con molta attenzione, al fine di non provocare tagli, anchepiccoli, sulla pelle. Non esiste in assoluto un divieto di utilizzo della crema depilatoria, dal momento che questa sostanza entra in contatto solo a livello esterno e superficiale con il corpo della donna, senza alcun rischio per il nascituro. In ogni caso, è sempre meglio evitare un utilizzo prolungato o frequente di questo tipo di crema, così come di tutte le sostanze chimiche oppure degli strumenti che possano causare irritazioni. È invece vietato alle donne in gravidanza sottoporsi aipiù comuni trattamenti per la depilazione definitiva (quali, per esempio, il laser, la luce pulsata, l’elettrocoagulazione), che devono essere rimandati ai mesi successivi al parto, sempre seguendo le indicazioni di un medico specialista.

Inoltre, per essere sempre belle anche in gravidanza le future mamme non devono smettere di frequentare il proprio parrucchiere: non sono vietati tinta, colpi di sole e mèches (ma sconsigliati nei primi tre mesi), ma è necessario selezionare i prodotti più adeguati.Alcuni tipi di tinte senza ammoniaca, sostanze tossiche (come la resorcina) oche possono creare allergie (per esempio, il nichel) sono ideali per il periodo della gravidanza. Trattamenti come i colpi di sole e le mèches non creano alcun problema,dal momento che le sostanze coloranti non vengono applicate sulla cute. Le future mamme, quindi, non corrono il pericolo di entrare a diretto contatto con agenti chimici. Ovviamente, essendo totalmente naturale, l’henné è consigliato e assicura una colorazione totalmenteinoffensiva per il nascituro; tuttavia la futura mamma potrebbe essere soggetta a dermatite da contatto. Per questo motivo, quando ci si reca dal parrucchiere, prima di decidere quale trattamento effettuare, è meglio informarlo del proprio stato di gravidanza, qualora non sia già visibile: in questo modo il parrucchiere può aiutarci a scegliere il trattamento più sicuro ea prendere le giuste precauzioni.

Per rilassarsi e abbandonare lo stress, infine, sono molto consigliati i massaggi: dopo aver sentito il parere del proprio ginecologo, si può decidere di sottoporsi a questi trattamenti, che devono essere effettuati solo da operatori qualificati. I massaggi normali possono attenuare fastidi e dolori fisici, come per esempio il classico mal di schiena, mentrei massaggi linfodrenanti hanno l’obiettivo di facilitare la circolazione sanguigna e, dunque di lenire le conseguenze del gonfiore alle gambe.

Oltre a mantenersi bella con trattamenti e cure estetiche, le future mamme possono rimanere in forma frequentando un corso preparto. Consulta Ok Corso Preparto per trovare il corso più adatto alle tue esigenze.

 

 

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Letto 2936 volte Ultima modifica il Giovedì, 12 Marzo 2015 17:30
Giovedì, 12 Marzo 2015 17:22 Scritto da  In Consulenza Tags
Devi effettuare il login per inviare commenti