Martedì, 19 Luglio 2011 22:32

Le coliche: che dramma!

Scritto da

Quando in vostro neonato piange disperato portando le gambe al petto, il suo pancino si irrigidisce e la sua lingua si muove verso l’alto, sicuramente ha le coliche!
Già dalla terza o quarta settimana dalla nascita fino a quasi tre mesi del bambino questi spiacevoli episodi sono molto frequenti, perché i neonati tendono ad accumulare aria durante l’allattamento, che provoca gas nella pancia. Poveri piccoli…ma anche poveri genitori! E allora cosa fare per evitare notti insonni e occhiaie?

Prima di tutto ci sono diversi espedienti per aiutare il neonato a farlo digerire:

  • Subito dopo la poppata si può tenere in braccio il bambino tenendolo stresso e  disteso sul proprio petto, in modo da allungargli le gambe, dando qualche colpetto sulla schiena.
  • Quando sono in corso le coliche si può mettere il piccolo sul proprio avambraccio, con il viso rivolto verso il basso ed effettuare dei massaggi delicati sulla pancia con la mano, in modo da favorire l’espulsione dei gas. In questa posizione si può anche utilizzare una copertina che gli circondi la pancia, ma senza stringerlo forte!
  • Allo stesso modo, si può massaggiare con piccole movimenti dal basso verso l’alto sul fianco sinistro all’altezza dello stomaco e dare piccoli colpetti sul sederino per favorire l’espulsione dell’aria.

Questi sono ovviamente solo delle tecniche che aiutano a far espellere l’aria e a cercare di calmare il piccolo in preda ai dolori di pancia…ma ecco l’espediente che più di tutti mi ha aiutato a evitare che si verificassero le coliche!
L’ho sperimentato con tutte le due mie bambine e tanti genitori a cui l’ho consigliato ne sono stati felicissimi! Si tratta di un integratore alimentare a base di estratti titolati di passiflora, finocchio e melissa: Actenacol sciroppo della Dicofarm.
È fantastico! Si somministra al bambino, secondo le dosi indicate nel foglietto illustrativo, e riduce notevolmente l’insorgenza delle coliche.
Pur essendo un integratore alimentare, è bene comunque consultarsi con il vostro pediatra prima dell’utilizzo.

F.

Letto 3004 volte Ultima modifica il Giovedì, 14 Novembre 2013 00:01